lunedì 26 marzo 2012

Il Parco Medievale dell'Umbria

La Rocca Albornoz di Narni
Il medioevo a portata di mano, tra locande, botteghe artigiane, tenzoni, giullari, cavalieri e dame. Al via l’ambizioso progetto «Rocca di Narni, primo parco medievale dell’Umbria». L’inaugurazione ufficiale è in programma per il prossimo weekend pasquale, quello dell’8 e 9 aprile 2012.
Sede «naturale» del parco sarà la maestosa rocca Albornoz di Narni dove è stato ricostruito un villaggio filologicamente unico in Italia. Accampamenti militari, mercati, villaggi, arti e mestieri (come l’arco e la falconeria) e ancora sale dello speziale, saloni della musica, sala delle armi, del costume, del mastro dipintore e il salone delle feste. Spazi che verranno arricchiti, ogni fine settimana, da spettacoli musicali, teatrali e dalle esibizioni di sbandieratori, falconieri, spadaccini, arcieri e cavalieri. Particolare attenzione sarà rivolta ai bambini, accolti da animatori esperti.
Nel corso dell’anno si alterneranno eventi a tema come la festa della birra artigianale, la festa del grano, la festa dell’uva, la festa del norcino e il grande mercato. Verranno inoltre proposte alcune conferenze di carattere storico,  artistico e rievocativo. All’interno della rocca ci sarà anche una taverna medievale ospitata in due tende fedeli riproduzioni del XV° secolo e un’area interna riservata alle serate di gala.
«E’ stato facile innamorarsi di questo progetto ambizioso – ha detto nel corso della presentazione l’imprenditore Andrea Pucci -, nato dalla collaborazione ‘storica’ con il presidente di Rocca di Narni Danilo Regis». «La Provincia e il Comune di Narni – ha spiegato poi Vittorio Piacenti D’Ubaldi, vicepresidente della Provincia – hanno cercato con determinazione la strada per un utilizzo pieno della rocca Albornoz. La direzione è quella del turismo culturale». Alla presentazione era presente anche il sindaco di Narni Bigaroni che ha sostenuto come «Tutto parte dalle radici del territorio, in una sinergia fra pubblico e privato su cui sarà importante puntare anche in futuro».
Per Francesco De Rebotti, assessore alla cultura comune di Narni, «il parco che prenderà vita alla Rocca avrà l’effetto di avvicinarla al centro storico, creando un asse turistico che abbatterà la distanze. L’obiettivo è quello di attrarre visitatori e famiglie, valorizzando e pubblicizzando tutto il nostro territorio». «Il progetto – ha detto invece l’assessore provinciale Fabio Paparelli – offrirà un supporto anche alle scuole del territorio, integrandosi ancora di più con le strutture formative della provincia».