mercoledì 14 giugno 2017

Il Mercato delle Gaite 2017

Il Mercato delle Gaite trae ispirazione dall’antica divisione di Bevagna in quattro quartieri denominati Gaite. Su di essa si basava l’organizzazione amministrativa della città in epoca medievale. Lo scopo della manifestazione è quello di ricostruire, con la maggiore attinenza storica e dovizia di particolari, la vita quotidiana degli abitanti di Bevagna nel periodo compreso tra il 1250 e 1350.
Per dieci giorni, da giovedì 15 a domenica 25 giugno 2017, Bevagna fa un tuffo in questo remoto passato: le antiche botteghe dei mestieri medievali riaprono i loro battenti e riprendono le attività e le strade si popolano di bevanati che in abiti d’epoca vivono la quotidianità dei loro avi mangiando, lavorando, giocando proprio come loro. Oggi come allora la città si divide in quattro gaite, ma oggi ognuna rivaleggia con le altre nel tentativo di dare un interpretazione storicamente fedele del ruolo che rivestiva nel medioevo.

Lo spirito di competizione è alla base della animata manifestazione e si concretizza nella partecipazione a quattro gare: gara del mercato, gara dei mestieri gara gastronomica, gara sportiva di tiro con l’arco. Con un complesso sistema a punti, assegnati da professori esperti nei diversi campi e chiamati a giudicare l’attinenza storica delle ricostruzioni, l’ultimo giorno della manifestazione si decreta il vincitore che riceve in dono il Palio della Vittoria. Il forte spirito di appartenenza alla propria gaita rende le competizioni molto interessanti e stimola un continuo miglioramento delle proposte delle gaite nei vari settori, con evidente vantaggio della qualità generale della manifestazione.

Il Mercato delle Gaite è oggi annoverato tra le più importanti manifestazioni storiche italiane.
Per seguire il Mercato delle Gaite su Facebook clicca qui !

giovedì 1 giugno 2017

Tempo di Medioevo alla Rocca di Brisighella

Nella Rocca Manfrediana, che veglia dall'alto l'antico borgo di Brisighella, rivive l'eterno fascino del medioevo.
Dalla Mattina al Pomeriggio, nella variopinta folla di nobili e cavalieri, artigiani e musicanti, soldati e contadini - tutti nei loro abiti tradizionali - torneranno a nuova vita gli antichi mestieri, i costumi guerreschi, gli scontri d'arme, gli intrattenimenti di giullari e cantastorie.
Al sopraggiungere della Sera, la luce delle torce illuminerà suggestivamente le armi e le armature, le terracotte ed i bauli, il rullare dei tamburi si farà impetuoso, i duelli diventeranno scontri infuocati, le animazioni diventeranno messe in scena, fino alla chiusura con grandi concerti e balli.
Per informazioni e programma completo visita il sito ufficiale dell'evento !

sabato 20 maggio 2017

La costruzione della forma architettura nell'Italia medievale

Da lunedì 22 a venerdì 25 maggio 2017, presso l'Aula magna della Facoltà di Architettura a Roma, si terrà il convegno "La costruzione della forma. Architettura nell’Italia medievale" organizzato per celebrare il quarantennale impegno di Corrado Bozzoni, eminente studioso di architettura medievale e professore emerito presso la Facoltà di Architettura. L'obiettivo è quello di creare un’occasione di confronto per verificare lo stato di avanzamento degli studi sulla architettura medievale, allo stesso tempo, per proporre una riflessione sugli aspetti teorici e metodologici della ricerca specialistica.
Le giornate di studio saranno articolate in sei sessioni. Le tematiche riguardano l'Architettura ecclesiastica in Italia settentrionale, centrale, meridionale, l'Architettura civile, l'Architettura militare e un approfondimento su "il medioevo dopo il medioevo".
Presenzieranno all'incontro Alessandro Viscogliosi esperto in Storia dell’architettura, Carlo Tosco membro effettivo del Collegio di Architettura di Torino, Marina Righetti docente di Storia dell'arte medievale, Guglielmo Villa esperto in Storia dell'architettura, Daniela EspositoSpiridione Alessandro Curuni esperti in Restauro architettonico.
Per scaricare il programma completo del convegno clicca qui !

venerdì 19 maggio 2017

Romans Langobardorum 5a Edizone 2017

L’Associazione storica “Invicti Lupi”, in collaborazione con il gruppo di ricerca “I Scussons” e con l'Associazione storica "Hapja Authari", con il patrocinio e il contributo del Comune di Romans d’Isonzo, del Consiglio Regionale FVG, della Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia, dell’Ente Turismo FVG, della BCC di Staranzano e Villesse, della UISP, della Società Filologica Friulana, di Langobardia Maior, di Italia Medievale, della Croce Verde Goriziana, di Fipsas comitato di Gorizia e dell'associazione "Liberatorio d'arte", è orgogliosa di annunciare la quinta edizione della rievocazione storica “ROMANS LANGOBARDORUM”, che prenderà vita a Romans d’Isonzo nelle giornate di venerdì 19, sabato 20 e domenica 21 maggio 2017.
Il tema dell'edizione 2017 sarà “574-584: gli anni dell'anarchia”, e sarà incentrato sulla vita e gli avvenimenti occorsi nel decennio nel quale i duchi longobardi non vollero più nominare un re: un periodo caratterizzato dall'espansione territoriale di questo popolo in tutta la Penisola, dalle guerre contro romei e franchi ed anche dagli scontri fratricidi per la supremazia dei vari Ducati.
La rievocazione continuerà a tenersi nella suggestiva area dei laghetti Fipsas di Romans d'Isonzo sita in Viale Trieste, dove saranno anche allestiti un'area conferenze, un'area ristoro ed un’area didattica per bambini e ragazzi. Romans Langobardorum si presenta ormai come la più grande rievocazione storica longobarda presente sul territorio italiano.
Un grande campo storico attorno al lago, conferenze, spettacoli ed esibizioni di combattimento, dimostrazioni di arcieria e di lancio delle asce, attività e laboratori didattici, visite guidate, visite al parco didattico/archeologico e al neonato museo civico archeologico, cucina Longobarda e chiosco fornito di specialità dell’epoca, musica dal vivo e un mercato dell’antico saranno i punti di forza di questo evento. La rievocazione vedrà la partecipazione di 14 gruppi di rievocazione storica provenienti dall'Italia e dall'estero, con oltre un centinaio di rievocatori storici presenti.
Per informazioni e programma completo visita il sito di Invicti Lupi !
 

giovedì 11 maggio 2017

"Assaggi di Genova medievale" visita guidata gratuita

Torri di Porta Soprana
I molti visitatori di Genova, ma anche gli stessi genovesi, avranno anche l’occasione di conoscere la città in uno dei suoi momenti storici più gloriosi, il Medioevo, attraverso la visita guidata “Assaggi di Genova medievale”, un percorso di scoperta di Genova nel Medioevo, periodo che la vide signora dei mari, fra i monumenti che la caratterizzavano e le storie dei suoi personaggi principali: ecco quindi la casa di Cristoforo Colombo, le bellissime Torri di Porta Soprana che coronavano le Mura del Barbarossa, il tempietto di Giano con la storia del suo nome, il particolarissimo Chiostro triangolare di Sant’Agostino e l’imponente mole della Cattedrale di San Lorenzo, ricca d’arte, storia e leggende.
L’appuntamento è per domenica 14 maggio 2017 alle ore 10.30. La partecipazione alla visita guidata è gratuita.
Le prenotazioni si effettuano preferibilmente dal sito www.saporialducale.it, ma è anche possibile presentarsi direttamente in Piazza Matteotti 15 minuti prima dell’inizio della visita.

mercoledì 10 maggio 2017

Il giudice Albertano a Nuvolera (BS)

Venerdì 12 maggio 2017 alle ore 20,45 alla Biblioteca Comunale di Nuvolera (BS) Enrico Giustacchini presenta il suo nuovo giallo ambientato nel Medioevo bresciano, "Il giudice Albertano e il caso della scala senza fine" (Liberedizioni, 2017).
“Guai a te, empio fra gli empi, che ti annidi nell’onesta Rutiliano! La porta dell’Inferno si spalancherà per ricevere la tua anima”.
Un sogno inquietante e un inno profetico. Un falco ammaestrato dalla voce melodiosa.
Un predicatore che incanta le folle. Un libro con le immagini dell’Apocalisse e un altro scritto di pugno dall’imperatore.
Il giudice Albertano ha pochi dubbi: qualcosa di terribile sta per accadere.
Qualcosa che ha l’odore della morte.
Interverrà lo storico e giornalista Marcello Zane. Accompagnamento musicale dei ragazzi della Banda Sgotti di Nuvolera. L'ingresso è libero.
Per seguire l'evento su Facebook clicca qui !