martedì 3 dicembre 2013

Innovare senza tradire. Arte, archeologia, storia

Un grande museo virtuale dell’arte e dell’architettura gotica senese, con il quale si sperimenti un modello di integrazione tra ricerca, didattica e creazione di nuove professionalità: è quanto il dipartimento di Scienze storiche e dei beni culturali dell’Università di Siena sta elaborando, coinvolgendo tutte le istituzioni cittadine, per mettere a servizio il proprio patrimonio di competenze e di contatti internazionali. Il progetto, illustrato in conferenza stampa dalla direttrice del dipartimento, professoressa Gabriella Piccinni, già nel titolo - SENAE virGO – lega la grande tradizione del gotico con l’innovazione del virtuale, e si propone come uno dei più nuovi e interessanti contributi che il mondo universitario può dare a Siena e alla candidatura della città a Capitale Europea della Cultura 2019.
Per illustrare tutti gli aspetti di SENAE virGO e aprire un confronto intorno al ruolo che i beni culturali possono avere nella ripresa dell’economia della città e del paese intero, il dipartimento organizza per giovedì 12 dicembre 2013 una giornata di studio con grandi nomi nazionali e internazionali, tra i quali il conservatore generale del settore Pittura del Museo del Louvre Dominique Thiebaut, Richard Hodges, già direttore del Philadelphia Museum, Sofia Pescarin del CNR, Marino Sinibaldi, direttore di Radio 3.
“Sfruttando la forza evocativa del gotico senese vogliamo proporci come un laboratorio – ha spiegato la professoressa Piccinni - per un ampio progetto culturale che unisca ricerca, didattica e creazione di nuove professionalita, che sappiano far dialogare la competenze di storici, archeologi e storici dell’arte con quelle di chi opera nelle tecnologie più avanzate. Se i musei virtuali ad oggi hanno prevalentemente puntato sul lato ludico e spettacolare, oppure di sola promozione turistica dell’opera d’arte noi vogliamo creare un museo in cui la conoscenza recuperi il proprio ruolo, in cui la ricchezza di informazione sia utile agli studiosi e ai ricercatori di tutto il mondo, e allo stesso tempo sia fruibile dal largo pubblico”. A questi concetti si richiama il titolo della giornata di studi del 12 dicembre: “INNOVARE SENZA TRADIRE. Arte, archeologia, storia”. Il convegno, che ha ricevuto il patrocinio del Comune di Siena,  si svolgerà in parte al Collegio Santa Chiara e in parte a Palazzo Pubblico, dove interverranno anche il sindaco Bruno Valentini e il rettore dell’Ateneo Angelo Riccaboni.