venerdì 13 gennaio 2012

Scomparso Roberto Coroneo

È scomparso Roberto Coroneo, preside della facoltà di Lettere, ordinario di Storia dell'arte medievale, autore di numerose pubblicazioni
Da ottobre aveva dovuto lasciare la facoltà per essere ricoverato: all’inizio era sembrata solo stanchezza per gli impegni eccessivi degli ultimi tempi. Invece erano i sintomi di una malattia inesorabile.
Cagliaritano, aveva 53 anni, considerato un “giovane” in un ambiente dominato dalla gerontocrazia com’è quello dell’università. E Coroneo sicuramente è stato un enfant prodige della ricerca, bruciando tutte le tappe della carriera accademica: ricercatore, poi professore associato giusto il tempo necessario per vincere la cattedra di ordinario a Cagliari, dove aveva preso il posto della sua “maestra” Renata Serra. Ricca la bibliografia. Dai titoli si intuisce che ha spaziato nei vari aspetti del Medioevo: da “La cattedrale di Oristano” (2008) a “Sardegna preromanica e romanica” (2004), da “Scultura mediobizantina in Sardegna” alle “Chiese romaniche in Sardegna”. Ma ha avuto molti contatti anche fuori dall’Isola, con la Corsica, la Spagna e più di recente la Turchia, dove aveva cominciato ad indirizzare i suoi studenti e ricercatori. Roberto Coroneo, oltre ad essere un eccellente insegnante, quasi a sorprendere i colleghi più anziani, era un ottimo preside con particolari capacità diplomatiche e organizzative. Garbato nei modi, sempre disponibile, ma fermo nelle sue scelte. A Lettere aveva varato una serie di iniziative, seminari e legami col mondo del lavoro avviando un processo di rinnovamento.