venerdì 5 ottobre 2012

Boccaccio 2013 proposte per un centenario

Il settimo centenario della nascita di Giovanni Boccaccio, che cadra' nel 2013, sara' internazionale. L'autore del ''Decameron'' sara' ricordato non solo in Italia ma anche all'estero, grazie al mondo accademico. Ben 26 sono i docenti italiani (Universita' di Firenze, Ferrara, Milano, Verona, Napoli, Roma, Siena, Bologna, Udine, Cesena, Pisa) e stranieri (Stati Uniti, Cile, Germania, Francia, Gran Bretagna, Spagna) gia' impegnati negli eventi commemorativi in programma nel corso dell'anno prossimo in onore dello scrittore medioevale. Il punto sulla preparazione delle celebrazioni per i 700 anni sara' fatto a Firenze venerdi' 5 ottobre 2012, all'Altana di Palazzo Strozzi, dalle ore 9.30 alle ore 18, durante il seminario internazionale ''Boccaccio 2013 - Proposte per un centenario'', organizzato da Ente Nazionale Giovanni Boccaccio, in collaborazione con Regione Toscana, Comune di Certaldo, Sum Istituto Italiano di Scienze Umane.
L'iniziativa nasce, come spiega il presidente dell'Ente Boccacio, Stefano Zamponi, ''come momento di incontro tra studiosi di Boccaccio italiani e stranieri, per mettere in comune le ricerche piu' recenti e quelle ancora in corso, per condividere i progetti di studi, convegni, mostre e quanto altro verra' organizzato durante il 2013, settimo centenario della nascita di Giovanni Boccaccio. Un centenario che, per la varieta' ed internazionalita' degli studi in corso ed in programma, testimonia gia' da se' della fortuna, del valore e della internazionalita' crescenti ancora oggi di questo grande autore''.
Info e programma: www.casaboccaccio.it.