lunedì 15 ottobre 2012

Teobaldo di Provins, un convegno di studi

Dopo un periodo di oblio durato diversi anni, la città di Badia Polesine (RO)  sta riscoprendo la figura del suo santo patrono, l’eremita camaldolese Teobaldo di Provins (Provins, 1017 – Vicenza, 30 giugno 1066). Nell’ultimo anno e mezzo le iniziative finalizzate alla valorizzazione della figura del santo di origine francese si sono moltiplicate in maniera esponenziale e nei prossimi giorni la cittadina altopolesana ospiterà una particolare manifestazione culturale che getterà nuova luce su vita e opere del santo patrono. Si tratta del prestigioso convegno di studi che venerdì 19 e sabato 20 ottobre 2012 unirà idealmente le città di Vicenza e di Badia Polesine, scelte come sede dell’evento realizzato in collaborazione con Giorgio Cracco, professore ordinario di storia della Chiesa alle università di Padova e Torino. Promotrice della manifestazione è la parrocchia di San Giovanni Battista, in collaborazione con l’assessorato alla cultura di Badia Polesine, il museo civico “Baruffaldi” e il comune di Sossano (Vi). Segretario generale dell’Istituto di storia sociale e religiosa di Vicenza, Giorgio Cracco è un profondo conoscitore della figura di san Teobaldo ed è riuscito a coinvolgere alcuni studiosi di fama internazionale che fungeranno da relatori. Il primo giorno di studi si svolgerà a Vicenza, nel salone d’onore del Palazzo delle Opere sociali messo a disposizione dal vescovo, con apertura dei lavori affidata a Tiziano Treu, già ministro del lavoro e attuale presidente dell’Istituto di Storia vicentino. Il secondo giorno sarà invece ospitato a Badia nell’abbazia della Vangadizza, dove il primo intervento sarà tenuta da padre Francesco Trolese, abate dell’abbazia di Santa Giustina a Padova, mentre la relazione conclusiva spetterà ad André Vauchez, professore emerito di storia medievale all’università di Parigi e membro straniero dell’Accademia dei Lincei di Roma. Già dai nomi citati appare evidente l’altissimo livello del seminario, che vedrà inoltre la partecipazione di docenti delle università “Cattolica” di Milano, “La Sapienza” di Roma e degli atenei di Udine, Torino e Bologna. I vescovi delle diocesi di Vicenza e di Adria e Rovigo saranno presenti nelle rispettive giornate di lavoro. Per la buona riuscita dell’iniziativa gli organizzatori hanno predisposto un pullman, messo generosamente a disposizione da alcuni sponsor per agevolare la partecipazione dei badiesi alla giornata vicentina. Il mezzo partirà da da piazza Marconi il 19 ottobre alle 13.45 e rientrerà intorno alle 19. Sarà necessario comunicare la propria adesione (sino ad esaurimento posti) alla responsabile dell’ufficio cultura Mara Barison (tel. 042551923, cell. 347 4875466, e-mail: cultura@comune.badiapolesine.ro.it) o a Giorgio Soffiantini (telefono 3408532210, e-mail: soffiang@libero.it).
La partecipazione alle due giornate di lavori è del tutto gratuita (pullman incluso): il convegno, patrocinato da regione Veneto, provincia di Rovigo e comune di Vicenza, è sponsorizzato da Fondazione Cariparo, provincia di Rovigo, comune di Badia Polesine, comune e parrocchia San Michele di Sossano, Centro studi Berici e dalle ditte badiesi Farmacia Bonetto, Zetalinea e Spedo.