mercoledì 6 marzo 2013

Nuove scoperte su Jesolo medioevale

Nuove scoperte sugli insediamenti medievali di Jesolo, la cittadina in provincia di Venezia, meta turistica dell'Adriatico. Grazie ad alcune fotografie aeree e' stata individuata una parte dell'abitato antico, con i canali interni che lo intersecavano. Alcuni scatti aerei mostrano, inoltre, particolari di quello che sembrerebbe essere il castellum equilense testimoniato dalle fonti antiche. Le evidenze sembrerebbero disegnare il quadro di una piccola Venezia altomedievale.
Le nuove scoperte saranno al centro dell'incontro in programma mercoledì 6 marzo 2013 alle ore 18,00 al Centro Culturale Candiani di Mestre, intitolato 'Nuove scoperte su Jesolo medioevale. La fotografia aerea rivela i dettagli dell'insediamento di Equilum-Jesolo', Venezia', a cura di Graziano Serra, in collaborazione con l'Associazione La torre di Mestre.
La citta' di Jesolo sorge al margine nord orientale della laguna di Venezia. Il territorio jesolano si e' formato in tempi recenti (circa 4000 a.C.) grazie ai sedimenti fluviali depositati dal corso del fiume Piave e di altri corsi d'acqua vicini. Le fonti storiche attestano che questo luogo fu nel Medioevo un potente emporio venetico dal nome di Equilum/Giesolo, che ebbe anche la dignita' episcopale dal IX al XV secolo. Le prime fonti scritte su questo centro risalgono al IX -X secolo, ed in esse Equilum viene definito di volta in volta 'vicus', 'kastron', 'insula', 'castellum'. Tali definizioni testimoniano una realta' insediativa complessa che fu fortificata e che morfologicamente si presentava come un'insula in un contesto verosimilmente lagunare.