sabato 9 novembre 2013

Il Papa e Francesco nella narrazione di Tommaso da Celano

Un inno all’umiltà, alla purezza, un ritorno alle cose semplici e vere, le radici della spiritualità. Non passa mai di moda il messaggio del Poverello d’Assisi. Che conosciamo grazie all’opera di Tommaso da Celano, primo biografo del santo. Proprio al frate marsicano la città di Tagliacozzo (AQ), che da secoli ne custodisce le spoglie, dedica una intera giornata di studi dal titolo emblematico: «Il Papa e Francesco nella narrazione di Tommaso da Celano, un rapporto antico e sempre nuovo». Alcuni tra i massimi esperti del settore saranno sabato 9 novembre 2013, dalle ore 10, nella sala del capitolo del chiostro del convento di San Francesco a Tagliacozzo (AQ) per sviscerare l’affascinante tematica. Si alterneranno nelle vesti di relatori i professori don Felice Accrocca e Maria Pia Alberzoni, docenti rispettivamente di Storia medievale alla Pontificia Università Gregoriana e di Archeologia e storia dell’arte alla Cattolica di Milano; fra’ Luigi Marioli direttore del Museo-Tesoro della Basilica Papale di San Francesco ad Assisi e fra’ Nicola Petrone storico della Provincia abruzzese e molisana dei frati minori conventuali. L’introduzione ai lavori del convegno è affidata al vescovo dei Marsi, monsignor Pietro Santoro, mentre a coordinare gli interventi sarà fra’ Eduardo Marazzi, docente di Filosofia all’Istituto superiore di Scienze religiose «Toniolo» di Pescara. Conclusioni di fra’ Attilio Terenzio. L’evento è patrocinato da Diocesi dei Marsi, Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio, Provincia abruzzese e molisana dei frati minori conventuali, Regione Abruzzo, Provincia dell’Aquila, Comuni di Tagliacozzo, Celano e Sante Marie, Fondazione Carispaq.