venerdì 28 novembre 2014

"Res Publica, Città, Comune: uomini, istituzioni, pietre", convegno a Mantova

Convegno Internazionale di Studi "Res Publica, Città, Comune: uomini, istituzioni, pietre", a cura di Arturo Calzona e Glauco Maria Cantarella.
Mantova, Teatro Bibiena, da martedì 3 a venerdì 5 dicembre 2014.
L’immagine di una civiltà urbana come caratteristica del medioevo italiano è una costante nella nostra cultura innanzitutto per le suggestioni che provengono dalla letteratura – Dante in primo luogo – e per le tracce consistenti che l’arte di questi secoli ha lasciato nelle nostre città. A ciò va aggiunta la persistenza di una tradizione romantico-risorgimentale che rivisitava in chiave nazionalistica i fasti comunali, ma che ad un livello superiore, aveva trovato in Carlo Cattaneo il geniale interprete della città come “principio ideale” della storia italiana.
Il Convegno dunque ha l’obiettivo di indagare i caratteri originali della civiltà urbana italiana, un fenomeno che non ha paragoni con il resto dell’Europa. Ottone di Frisinga, zio del Barbarossa, nei Gesta Federici I imperatoris coglie l’essenza di una situazione tanto diversa da quello a cui è abituato nella urbanitas, nella libertas e nel ritus. Il Convegno punta dunque a mettere al centro della riflessione le origini “Comune” in Italia indagando in particolare il significato di questi tre nodi concettuali. Le ricerche che saranno presentate sono inoltre volte a comprendere le diverse modalità in cui le Res Publicae romane, divenute sedi episcopali si siano trasformate in Comune.
Si tratta di un progetto internazionale di ambito europeo che ha lo scopo di favorire la conoscenza e la valorizzazione delle radici, della storia e dell’identità culturale del nostro paese il quale, alla fine del XII secolo, diventa un modello per il resto dell’Europa.
Info e programma completo in formato PDF.