domenica 11 dicembre 2016

"Introduzione all'arte bizantina" presentazione a Matera

Sarà presentato mercoledì 14 dicembre 2016, alle ore 18.30 nel Salone degli stemmi dell’arcivescovado di Matera, l’ultimo libro di don Donato Giordano, docente presso l’Istituto di Teologia ecumenico-patristica greco-bizantina di Bari, dedicato alla decodificazione dell’arte bizantina. Sono previsti gli interventi di mons. Antonio Giuseppe Caiazzo, arcivescovo di Matera-Irsina, Maria Stella Calò, direttrice emerita dell’Istituto di Storia dell’arte medievale e moderna dell’Università di Bari, Franco Lisanti, storico dell’arte, e di padre Santo Pagnotta, segretario della Facoltà teologica pugliese. Il libro rientra nella Collana Parcomurgiae e “ha l’intento d’inquadrare il ricchissimo patrimonio storico artistico locale nella più ampia e complessa vicenda storica che ha visto l’alternarsi sul territorio lucano di più dominazioni e culture, specialmente l’Impero di Bisanzio”. “Esso – spiega ancora una nota della curia diocesana – è dedicato soprattutto agli studenti, alle guide e ai cultori del patrimonio artistico locale, quale strumento per la comprensione dello stile e dell’iconografia dei numerosi affreschi che corredano le chiese rupestri del materano e di altri comprensori omogenei”. La pubblicazione “è un contributo all’opera di riappropriazione e di valorizzazione del patrimonio culturale, artistico e religioso, del territorio promossa dall’Ente Parco delle chiese rupestri del Materano nel contesto della designazione di Matera Capitale europea della cultura 2019”. Una città che si propone come luogo privilegiato di osservazione per far luce sugli scambi culturali che si produssero tra Oriente e Occidente per tutto l’arco del Medioevo.