venerdì 19 aprile 2013

1213-2013, gli ottocento anni del comune di Trevi (PG)

Le origini medievali del Comune di Trevi danno spunto ad un convegno che si terrà sabato 20 aprile 2013, con inizio alle ore 10, presso il locale Teatro Clitunno in Piazza del Teatro. L'occasione è data dalla ricorrenza dei primi ottocento anni di vita dell'istituzione comunale. i primi documenti che ne attestano con certezza l'esistenza datano, infatti, al febbraio 1213.
Ricco e nutrito il programma degli interventi. Dopo i saluti introduttivi delle istituzioni, il giovane studioso trevano Stefano Bordoni parlerà sul tema "Trevi comunale: dall'ideologia di appartenenza civica alla strutturazione dell'autogoverno XII-XIV sec."; Donatella Scortecci (docente di archeologia medievale presso l'Università degli Studi di Perugia) tratterà il tema "Alle origini della città medievale: i ‘barbari' a Trevi"; Luca Boldrini si soffermerà su "Storia e cultura della produzione vitivinicola in Umbria: il territorio trevano", mentre Stefania Maroni, della Soprintendenza Archivistica per l'Umbria, svolgerà la sua relazione su "Le più antiche carte del Comune di Trevi".
Le conclusioni del convegno saranno affidate al professor Attilio Bartoli Langeli, paleografo e diplomatista di fama internazionale, che, in rappresentanza della Delegazione di Storia Patria per l'Umbria, interverrà sul tema "Città e Comuni minori nell'Umbria medievale".
Al termine dei lavori, che saranno moderati dallo storico dell'arte Carlo Roberto Petrini, seguirà una passeggiata guidata su alcuni dei luoghi e dei siti oggetto di trattazione nel corso del convegno.
"Un'iniziativa - spiega il commissario prefettizio Angelo Gallo Carrabba - che vorrebbe essere solo l'inizio di una nuova serie di occasioni per approfondire e coltivare la memoria dei luoghi e delle istituzioni, che è non solo parte centrale ed irrinunciabile dell'identità di un territorio, ma anche strumento essenziale per comprendere il presente".