venerdì 19 febbraio 2016

"Il palazzo di Baldu - Il patrimonio archeologico del territorio e le prospettive per lo sviluppo"

In occasione della conclusione dell'ultima campagna triennale di scavi al Palazzo di Baldu di Luogosanto, il professor Fabio Pinna, dell'Università degli Studi di Cagliari, su invito dell'amministrazione comunale del paese, presenterà pubblicamente i risultati degli scavi archeologici andati avanti dal 2010 al 2015 nell'importante sito che ricade nel territorio di Luogosanto.
L'incontro dal titolo "Il palazzo di Baldu - Il patrimonio archeologico del territorio e le prospettive per lo sviluppo" è previsto per sabato 20 febbraio 2016. L'appuntamento, infatti, è fissato per le 17.30 nella sala consiliare del municipio di Luogosanto.
«Sabato - dice il professor Pinna, docente di Archeologia Medievale e Postmedievale all’ateneo cagliaritano e direttore scientifico degli scavi a Baldu - sarà una nuova occasione per condividere con tutta la comunità i risultati della ricerche di questi anni». La giornata non sarà solo scandita dalla parte informativa nel pomeriggio.
Di mattina, infatti, come conferma ancora l'archeologo, «scopriremo con i ragazzi della scuola secondaria di primo grado di Luogosanto e di Aglientu quante cose sia possibile imparare a partire dal patrimonio archeologico».
I lavori svolti al Palazzo di Baldu sono il frutto dell’unica autorizzazione di scavi archeologici che è stata concessa ad un’istituzione di ricerca dal ministero dei Beni e delle Attività Culturali nel territorio della provincia di Olbia-Tempio e faceva parte del più ampio piano di indagini, condotto dall’Università di Cagliari nel territorio gallurese, a partire dalla base operativa creata proprio a Luogosanto.
I risultati della ricerche svolte nel sito luogosantese, nel corso del tempo, inoltre, sono stati presentati in numerosi convegni nazionali e, anche, internazionali e pubblicati su tante riviste e testi specializzati.