sabato 31 ottobre 2015

«Scritti d’arte»: presentazione del primo volume dedicato all’opera di Scarpellini

Piero Scarpellini
Un progetto in tre volumi per rendere omaggio alla figura e all’opera di Pietro Scarpellini. Si chiama «Scritti d’arte» e contiene quelli dedicati al Medioevo umbro il primo dei tre tomi che verrà presentato mercoledì 4 novembre 2015 alle 17.30 alla sala dei Legisti di palazzo Baldeschi, a Perugia. Il volume è curato dal professor Francesco Federico Mancini (appena nominato nel comitato scientifico della Galleria nazionale dell’Umbria), che interverrà alla presentazione organizzata dalla Fondazione Orintia Carletti Bonucci insieme a Francesco Depretis, presidente della Fondazione, e ad Alessandro Tomei, ordinario di storia dell’arte medievale all’Università «G. D’Annunzio» di Chieti-Pescara.
«A cinque anni dalla scomparsa di uno dei massimi studiosi dell’arte medievale e rinascimentale – scrivono gli organizzatori -, la Fondazione Orintia Carletti Bonucci e Volumnia Editrice inaugurano un grandioso progetto editoriale in tre volumi, a partire dalla raccolta degli scritti che furono capaci di “restituire un profilo, una sostanza e un’anima alla pittura umbra del Trecento”. Da San Bevignate al cantiere di Assisi, dagli echi della lauda al sermo rusticus fino alle fonti più colte della figuratività medievale, i saggi di Scarpellini guidano il lettore attraverso la qualità, il valore, l’essenza e il sentimento che animano affreschi, tavole e frammenti analizzati con passione e competenza ineguagliabili. Una summa scarpelliniana dalla quale emergono la limpidezza della scrittura, la proprietà e la precisione della parola, il lavoro metodico, acuto e instancabile al servizio dell’arte da capire, da amare, da riscoprire».