domenica 31 maggio 2015

“Canossa: segno, simbolo, storia”, convegno a Canossa (RE)

Nel IX centenario della morte della contessa Matilde, Canossa ospiterà il convegno nazionale “Canossa: segno, simbolo, storia”, organizzato dalla Deputazione di Storia patria e dal Club alpino italiano di Reggio Emilia, in collaborazione con l’Istituto superiore di Studi matildici e la Società reggiana di studi storici, per sabato 6 e domenica 7 giugno 2015 al Teatro comunale. Nell’occasione, saranno illustrati anche i lavori di scavo che il Club alpino italiano ha promosso recentemente nell’antico borgo canossano e che hanno consentito di riportare alla luce una piccola scalinata scavata nella roccia che conduceva all’ingresso principale del castello e sulla quale, con ogni probabilità, si incamminò Enrico IV in occasione del celebre episodio dell’umiliazione nel gennaio 1077.
La prima giornata del convegno, presieduta da Giuseppe Adriano Rossi, presidente Deputazione di Storia Patria per le Antiche Provincie Modenesi – Sezione di Reggio Emilia, e da Davide Dazzi, presidente Società Reggiana di Studi Storici, inizierà alle 9:30. Dopo i saluti delle autorità sono previsti gli interventi di Aldo Settia, Rossella Rinaldi, Gabriele Fabbrici, Franca Manenti Valli, Arnaldo Tincani. Nel pomeriggio interverranno Paola Galetti, Angelo Biondi, Massimo Mussini, Corrado Corradini, Danilo Cristian Morini, Angela Chiapponi.
Domenica alle 10:00 riprenderanno i lavori, presieduti dal presidente del Cai Massimo Bizzarri. Sono previsti gli interventi di Elisabetta Pepe, Roberta Conversi, Renata Curina, Nicola Mancassola, Fabio Saggioro, Giuliano Cervi. Nel pomeriggio, a partire dalle 15:00, il convegno si sposterà al Castello di Canossa, dove è prevista prima l'inaugurazione della Sala Cai nel borgo sottostante il Castello, poi la visita al Castello e alla Sala Gaetano Chierici. Alle 16:45 è prevista una escursione guidata al Sentiero Natura del Cai "Rupe di Canossa", un anello che si percorre in circa 30 minuti. Alle 17:30 sono previsti i saluti e le conclusioni.