venerdì 8 maggio 2015

Les relacions entre Catalunya i Itàlia en les èpoques medieval i renaixentista

Lola Badia
Interverranno riconosciuti studiosi catalani ed italiani sui rapporti letterari tra la Catalogna e l’Italia in epoca medievale e rinascimentale. Il Dipartimento di Scienze Umanistiche e Sociali (DUMAS) dell’Università di Sassari, in collaborazione con l’Institució de les Lletres Catalanes, il CERii, l’Espai Llull de l’Alguer, l’AISC e l’Ateneu Alguerès, si fa promotore di un importante incontro internazionale nell’ambito della catalanistica.
Le giornate dell’8 e del 9 maggio 2015, infatti, saranno dedicate ad incontri volti ad analizzare l’importanza della letteratura catalana e le connessioni stabilite, nel corso dei secoli, con quella italiana. È noto come il Mediterraneo abbia rappresentato un importante elemento di connessione tra le diverse culture che lo hanno abitato. Ben noto è anche l’intenso scambio culturale ed economico sviluppatosi tra i territori di lingua catalana e l’Italia. Sin dall’antichità, questi scambi costanti hanno permesso, soprattutto in ambito culturale, la circolazione e la diffusione di opere innovatrici.
A tal proposito, bisogna ricordare il Medioevo ed il Rinascimento. Se filosofi del calibro di Ramon Llull e Arnau de Vilanova mantengono contatti con l’Italia, le opere di Dante, Petrarca e Boccaccio influenzano, in modo potente, gli umanisti catalani.
Venerdì 8 maggio Lola Badia, docente dell’Universitat de Barcelona e studiosa di fama internazionale, terrà una lezione magistrale sulla figura del filosofo catalano Ramon Llull. La lezione, dedicata agli alunni del DUMAS e a chiunque vorrà parteciparvi, offrirà una panoramica sulla figura del Doctor Il-luminat. L’appuntamento è presso la Facoltà di Lingue e Letterature straniere, aula Lessing, ore 15:00.
Sabato 9 maggio, invece, sarà la volta del Convegno Internazionale dal titolo Les relacions entre Catalunya i Itàlia en les èpoques medieval i renaixentista. In un territorio, quello sardo, in cui la connessione tra le due culture e letterature, quella catalana e quella italiana, si è resa più evidente, gli specialisti ripercorreranno le vie della storia, della letteratura e dell’arte per sottolineare i benefici dei reciproci scambi.
L’incontro si terrà a partire dalle 10:00 presso il Palazzo Serra di Alghero, questi gli interventi previsti: Pep Valsalobre (Universitat de Girona), “Fluxos literaris entre Itàlia i la Corona d'Aragó al Cinccents”; Luca d’Ascia (Scuola Normale Superiore di Pisa), “Furio Ceriol Fadrique, machiavellista valenziano nella monarchia di Filippo II”; Lola Badia (Universitat de Barcelona), “I versi strani del Sermó di Muntaner” e Giampaolo Mele (Università di Sassari, DUMAS), “Gòsos/Goigs. Note storiche e strofico-musicali”.